Giovanni del Biondo, Stigmate di S. Francesco

Soggetto/ Titolo normalizzato
San Francesco d'Assisi riceve le stimmate
Autore
Giovanni del Biondo
Oggetto
Affresco
Provincia
Firenze
Comune
Castelfiorentino
Provenienza
Chiesa di San Francesco
Luogo di conservazione
Chiesa di San Francesco, Cappella maggiore
Mostra
II, n. 94
Restauratore
Giuseppe Rosi, Ditta Basilio Rangoni

Perizia di restauro

n. 44, E. F. 1957-1958: fissaggio e pulitura della superficie dipinta; distacco dal muro; stuccatura e applicazione su telai; restauro pittorico o intonaci neutri.
Restauratore: G. Rosi.

n. 10/2, E. F. 1959-1960, a completamento: telai in legno d'abete rivestiti di masonite temperata.
Restauratore: Rangoni.

Documentazione di restauro

RELAZIONE DI RESTAURO inizio: 1957
Natura e condizioni del muro: misto. Mattoni e calce, molto umido.
Stato di conservazione dell'opera: certe logorature dovute alla scialbatura; varie ridipinture.
Notizia e incidenza di restauri precedenti: l'affresco assieme ad altre tre storie fu ritrovato sotto lo scialbo nel 1893 in occasione dei lavori di restauro del coro della chiesa. Restaurato allora da Dario Chini. Ridipintura ad olio trovate. Innumerevoli iniezioni di cemento fatto nell' 800.
Tecnica della pittura murale: affresco; se in origine vi erano alcune parti a secco, queste sono state asportate con lo scialbo nel 1893.
Intonaco: normale. Calce e sabbia spessore c. mm 5.
Sinopia: nessuna.
Arriccio: normale. Calce e sabbione spessore c. mm 15.
Pigmenti normali: tutti.
Analisi di laboratorio: nessuna.
Operazioni sulla superficie dipinta: rimozione di residui dello scialbo e di varie ridipinture, ad olio in qualche caso.
Mezzi e materie per incollaggio tele: colla animale.
Tecnica dello stacco: strappo. Qualche difficoltà data la grande umidità nella chiesa e dalle innumerevoli iniezioni di cemento nel tentativo dell' 800.
Operazioni sulla malta a tergo: assottigliamento fino a circa mm 5 dalla superficie dipinta.
Natura dell'adesivo sul tergo: resina vinilica e carbonato di calcio.
Natura dell'adesivo al supporto: resina vinilica e carbonato di calcio.
Supporto: cellulare su masonite.
Metodi e mezzi usati nella pulitura definitiva: ammoniaca.
Restauro pittorico: di intonazione.

Restauratore: Giuseppe Rosi.


SCHEDA DI STACCO: luglio 1955 — maggio 1956, staccato, intelato con caseato di calcio, riapplicato su masonite temperata con intelaiatura a graticcio.
Restauratore: Giuseppe Rosi.

ALTRA DOCUMENTAZIONE:
- Preventivo (n. B2/20) di spesa per il restauro da eseguirsi ai dipinti a fresco nella chiesa di S. Francesco in Castelfiorentino, 1 luglio 1947

Immagini

Clicca sull'immagine per visualizzare la galleria fotografica

 

Visualizza sulla mappa