Bartolommeo della Gatta, S. Rocco e frammento con tre storie di un Santo

Soggetto/ Titolo normalizzato
San Rocco e Storie di un altro Santo
Autore
Pietro Dei detto Bartolomeo della Gatta
Numero di Catalogo Generale ICCD
Scheda OA 09 00198776
Oggetto
Affresco
Provincia
Arezzo
Comune
Cortona
Provenienza
Chiesa di San Domenico
Luogo di conservazione
Chiesa di San Domenico
Mostra
II, n. 14, tav. XXXIV
Restauratore
Giuseppe Rosi

Perizia di restauro

n. 36/2, E. F. 1958-1959: fissaggio e pulitura della superficie dipinta; distacco dal muro; telai a triplice strato di masonite temperata; stuccatura e applicazione su telai; restauro pittorico o intonaci neutri.
Restauratore: G. Rosi.

n. 58/1, E. F. 1958-1959: rimozione dello scialbo che ricopre (complet.); fissaggio e pulitura della superficie dipinta; doppio intelaggio con tela di cotone e canapa; distacco dal muro; demolizione della malta a tergo; preparazione a tergo e fissaggio; rintelaggio con applicazione di doppia tela; remozioni della tela e della colla; telai in legno d'abete rivestiti di masonite temperata; stuccatura e applicazione su telai; restauro pittorico o intonaci neutri; ricollocamento.
L’opera era nascosta sotto una tela d’altare e venuta di recente alla luce.
Restauratore: G. Rosi.

Documentazione di restauro

RELAZIONE DI RESTAURO, inizio: 1958.
Natura e condizioni del muro: misto ma compressa la trama da ulteriori rifacimenti.
Stato di conservazione dell'opera: ottimo stato di conservazione dietro la pala d'altare, secondo a sinistra entrando. Era visibile soltanto la parte centrale di S. Rocco; le tre storie erano state coperte di un strato di calcio.
Notizia e incidenza di restauri precedenti: nessuna.
Tecnica della pittura murale: affresco.
Intonaco: normale: calce e sabbia. Spessore circa mm 5.
Sinopia: nessuna.
Arriccio: normale. Calce e sabbione. Spessore circa mm 15.
Pigmenti normali: tutte le terre compreso bianco di S. Giovanni e nero vegetale.
Pigmenti eccezionali: un azzurro messo a buon fresco.
Analisi di laboratorio: nessuna.
Operazioni sulla superficie dipinta: l'affresco è stato liberato dai residui di scialbatura. Pulitura con soluzione di acqua e ammoniaca. Fissaggio leggero con caseina.
Mezzi e materie per incollaggio tele: colla animale.
Tecnica dello stacco: stacco.
Operazioni sulla malta a tergo: assottigliamento fino al colore.
Natura dell'adesivo sul tergo: resina vinilica e carbonato di calcio.
Natura dell'adesivo al supporto: resina vinilica e carbonato di calcio.
Supporto: masonite temperata in tre strati.
Metodi e mezzi usati nella pulitura definitiva: ammoniaca.
Restauro pittorico: di intonazione.

Restauratore: Giuseppe Rosi.


SCHEDA DI STACCO: febbraio — giugno 1958.
Restauratore: Giuseppe Rosi.

Immagini

Clicca sull'immagine per visualizzare la galleria fotografica

 

Visualizza sulla mappa