Scuola pistoiese della seconda metà del sec. XIV, Madonna col Bambino e Santi

Soggetto/ Titolo normalizzato
Madonna con Bambino fra San Niccolò e San Domenico
Autore
Antonio Vite (attr.)
Numero di Catalogo Generale ICCD
Scheda OA 09 00155127
Oggetto
Affresco
Provincia
Prato
Comune
Prato
Provenienza
Chiesa di San Niccolò, portale d’ingresso, lunetta esterna
Luogo di conservazione
Chiesa e Monastero di San Niccolò, controfacciata
Mostra
II, n. 92
Restauratore
Giuseppe Rosi

Documentazione di restauro

RELAZIONE DI RESTAURO inizio: 1950, [fine: 1953]
Natura e condizioni del muro: mattoni.
Stato di conservazione dell'opera: decadente. La parte inferiore offuscata. Vaste zone di ridipinture.
Notizia e incidenza di restauri precedenti: restauri passati non molto tempo fa ovvie dalle vaste zone di ridipinture.
Tecnica della pittura murale: affresco.
Intonaco: normale. Calce e sabbia. Spessore c. mm 5.
Sinopia: la sinopia non è stata cercata, perché sui residui di intonaco rimasta sul muro dopo lo strappo dell'affresco, è stata dipinta una copia dell'affresco dai restauratori per non lasciare un vuoto dove c'era sempre stato un affresco.
Pigmenti normali: tutte le terre.
Pigmenti eccezionali: azzurrite.
Alterazione pigmenti: azzurrite trasformato in malachite.
Analisi di laboratorio: nessuna.
Operazioni sulla superficie dipinta: rimozione con ammoniaca delle sostanze sovrapposte. Fissaggio con caseina.
Mezzi e materie per incollaggio tele: colla animale.
Tecnica dello stacco: strappo, senza difficoltà.
Operazioni sulla malta a tergo: rimozione fino al colore.
Natura dell'adesivo da tergo: caseato di calcio.
Natura dell'adesivo al supporto: caseato di calcio.
Supporto: tamburato con compensato.
Metodi e mezzi usati nella pulitura definitiva: ammoniaca.
Restauro pittorico: di intonazione.

Restauratore: Giuseppe Rosi

Il Catalogo della II Mostra segnala che il restauratore che ha effettuato lo strappo della lunetta è Leonetto Tintori ma nella relazione e nella scheda di stacco risulta invece Giuseppe Rosi.


SCHEDA DI STACCO: aprile — maggio 1953.
Restauratore: Giuseppe Rosi.

Immagini

Clicca sull'immagine per visualizzare la galleria fotografica

 

Visualizza sulla mappa